Prima Pagina Cronaca| Attualita| Politica| Magazine| Appuntamenti| Storie| Mediagallery| Annunci|
Storie
mercoledì, 23 gennaio 2013 ore 17:28
Natalina: storia di un cucciolo “accartocciato” su se stesso
È cresciuta in una gabbia per canarini, per poi essere abbandonata alla fermata di un autobus.
 
Natalina, cucciolo segugio

 

ACQUAVIVA DELLE FONTI – Natalina, così come hanno voluto chiamarla i volontari che l’hanno portata in salvo, è un cucciolo di segugio di circa 5 mesi, trovato durante il periodo natalizio nei pressi della fermata dell’autobus nel comune di Acquaviva delle Fonti.
 
Alcuni studenti hanno subito notato lo “strano” cucciolo rinchiuso in una gabbia per canarini, la stessa in cui Natalina è cresciuta prima di essere abbandonata, e senza ulteriori indugi, hanno immediatamente dato l’allarme ai volontari dell’associazione Legalo al Cuore Onlus.
 
Natalina ha prontamente ricevuto le cure veterinarie necessarie, compreso un esame radiografico che ha evidenziato lo schiacciamento di due vertebre e gravi malformazioni ossee, tanto da rendere il povero cucciolo “accartocciato” su sé stesso; il segugio infatti cammina poggiandosi sui polsi anteriori.
 
Secondo quanto ha dichiarato Patrizia Buonadonna, Presidente dell’associazione Onlus, nella stessa zona sono stati trovati altri segugi e ciò fa pensare che ci sia qualcuno che li alleva per poi abbandonarli.
 
Nonostante lo shock e il trauma subiti, Natalina ha grandi speranze di ritornare alla normalità ed essere adottata.
 
 
Tempo stimato di lettura: 35’’

Attibuzione - Non commerciale

   

 

Parole chiave: Acquaviva delle Fonti, Natalina, onlus, Patrizia Buonadonna, segugio, cucciolo

 






 

Non sono presenti commenti

 

 

 

 

martedì 12 dicembre 2017

Offerte viaggi Offerte pacchetti turistici in Puglia
Scopri le offerte "tutto compreso" per le tue vacanze in Puglia proposte dalle strutture che aderiscono a Gopuglia.
Spazio promozionale
Powered by Gosystem