Prima Pagina Cronaca| Attualita| Politica| Magazine| Appuntamenti| Storie| Mediagallery| Annunci|
Politica
martedì, 25 giugno 2013 ore 13:56
Processo Ruby: sette anni a Silvio Berlusconi

Le opinioni degli esponenti politici pugliesi non si sono fatte attendere. Le dichiarazioni di Vendola, Fitto e d'Ambrosio Lettieri.

Silvio Berlusconi
di Giuseppe Papa

Ebbene sì: Silvio Berlusconi è stato condannato a sette anni (un anno in più rispetto a quanto chiesto dall’accusa) di reclusione per concussione e prostituzione minorile e interdetto dai pubblici uffici dalla quarta sezione penale del tribunale di Milano. Appena dopo la sentenza, la notizia ha fatto subito il giro del globo e ora sono le opinioni di tutti gli esponenti politici più influenti a tenere banco.

Secondo i giudici, il Cavaliere avrebbe avuto 13 incontri con Ruby (da qui il nome dell’indagine), tra il 14 febbraio e il 2 maggio del 2010. La ragazza, allora minorenne, avrebbe ricevuto in cambio pagamento di somme di denaro che venivano consegnate, in contanti o direttamente dall’ex Premier o da Giuseppe Spinelli, suo fiduciario.

Partiti politici ed esponenti illustri hanno preso d’assedio mass media e social network e, a suon di post, tweet, like e hashtag, stanno esprimendo le proprie considerazioni, di appoggio o di diniego nei confronti del verdetto dei giudici. E anche alcuni dei politici nostrani non mancano all’appello.

C’è chi, come il nostro governatore Nichi Vendola, esponente e leader di Sel, non entra in merito alla sentenza ma si augura un atteggiamento 'decoroso' da parte del Cavaliere: "La sentenza di Milano è comunque di assoluta gravità e continuare a rappresentare Berlusconi come una vittima è un fatto davvero incredibile. Non c'è un posto al mondo in cui si può rimanere leader in politica con un'ombra addosso così pesante. Sarebbe un gesto di decoro minimo, da parte sua, abbandonare la vita pubblica".

Chi intravede nei meandri più nascosti del sistema giudiziario un complotto organizzato ad hoc per ‘eliminare’ Berlusconi dalla scena politica italiana, visibile in maniera esplicita dal fatto che gli anni di condanna sono maggiori rispetto a quanto richiesto dall'accusa. Queste le parole dell’ex ministro Raffaele Fitto: “Quella su Berlusconi é una sentenza pazzesca, già scritta da prima che iniziasse il processo da un vero e proprio plotone di esecuzione che é andato addirittura oltre le richieste della accusa”. E lo stesso ha proseguito: “Il disegno di eliminazione giudiziaria del presidente Berlusconi dallo scenario politico oggi diviene chiarissimo”.

Della medesima opinione è il senatore del PdL, Luigi d’Ambrosio Lettieri, il quale in un'unica frase, sulla sua pagina Facebook, sentenzia e racchiude quello che si potrebbe definire il 'pensiero comune' di chi, come lui, è innocentista: “Ciò che non si riesce a fare nelle urne, tentano di farlo nei tribunali. Oggi, ad essere colpito non è stato solo il presidente Berlusconi, ma lo stato di diritto che dovrebbe garantire l’uguaglianza di tutti i cittadini davanti alla legge”.

 

 

Tempo stimato di lettura 1’ 40’’

Attibuzione - Non commerciale

   

 

Parole chiave: Processo Ruby, Silvio Berlusconi, Nichi Vendola, Sel, Luigi d'Ambrosio Lettieri, Raffaele fitto, condanna

 






 

Non sono presenti commenti

 

 

 

 

martedì 22 agosto 2017

Annunci CON IL SUD..CAMBIARE IL FUTURO
La Fondazione CON IL SUD e il X Forum del libro Passaparola
Spazio promozionale
Annunci ”La città ideale tra luoghi e non luoghi”
Concorso Fotografia e Arti grafiche @Monopoli
Spazio promozionale
Offerte viaggi Offerte pacchetti turistici in Puglia
Scopri le offerte "tutto compreso" per le tue vacanze in Puglia proposte dalle strutture che aderiscono a Gopuglia.
Spazio promozionale
Powered by Gosystem