Prima Pagina Cronaca| Attualita| Politica| Magazine| Appuntamenti| Storie| Mediagallery| Annunci|
Politica
sabato, 22 giugno 2013 ore 10:13
Vendola: battaglia al lavoro in nero e difesa della proprietà pubblica dell’Acquedotto Pugliese

Sono alcuni degli argomenti emersi a margine della Giunta Regionale di ieri

Nichi Vendola
di GoCity Puglia

 
La battaglia contro il lavoro nero è uno degli argomenti affrontati dalla Giunta Regionale di ieri pomeriggio, che con apposita delibera ha delegato l’Assessore regionale al Lavoro, Leo Caroli, a procedere alla costituzione di un gruppo di lavoro interforze per l’emersione dal lavoro nero, contattando e convocando le Direzioni Regionali Territoriali del Lavoro, l’Inps, l’Inail e le forze dell’ordine, a cui affidare l’incarico di attuare la programmazione della Commissione Regionale per l’emersione del lavoro nero.
 
Abbiamo ricevuto – ha spiegato il Presidente Vendolada moltissimi soggetti imprenditoriali, direi dal grosso del sistema d’impresa, una sollecitazione ad aprire una questione con l’opinione pubblica e con il Governo centrale, relativamente a quella forma di concorrenza sleale che rischia di far inciampare tutto ciò che è economia legale. È una di quelle situazioni in cui la moneta cattiva scaccia la moneta buona. Rischiamo di trovarci di fronte al precipizio che inghiotte anche segmenti di grande prestigio di economia che trainano il brand Italia e il brand Puglia in giro per il mondo e alla strutturazione di una sorta di accettata economia illecita e talvolta criminale”.
 
Secondo il Governatore “dal tessile, all’edilizia, all’autotrasporto e all’agricoltura il problema della lotta contro il lavoro nero e l’illegalità è un problema di tutela delle regole del mercato e di difesa dei diritti dei lavoratori. Abbiamo costruito, per quanto riguarda l’attuazione della Legge n. 28/2006 un punto molto equilibrato, relativamente all’indicazione degli indici di congruità, differenziando il monitoraggio per piccola, media e grande impresa agricola, con interventi in forma proporzionata alla grandezza delle aziende. In un momento come questo, in cui si stanno riorganizzando i clan, il rischio è che il territorio occupato dall’illegalità diventi un territorio occupato dalla criminalità organizzata”.
 
Vendola ha poi concluso con l’auspicio di effettuare lavoro comune con le forze dell’ordine “per consentire, anche sulla base di attività finanziate dalla Regione Puglia, una repressione mirata e intelligente di tutto ciò che è economia illegale. Su questa base io intendo aprire formalmente una questione con il Ministro dell’Interno, dello Sviluppo Economico, del Lavoro per lanciare un’allerta generale in tutta Italia. Questa è una fase in cui si rischia di sottovalutare un fenomeno che viene talvolta giustificato da una sorta di logica della sopravvivenza”. 
 
A margine della seduta di Giunta, allargata anche ai capigruppo consiliari, il Presidente della Regione ha messo in evidenza anche la questione della proprietà e delle modifiche relative all’Acquedotto Pugliese: “Abbiamo prodotto una delibera complessa e impegnativa che ha a che fare con Acquedotto Pugliese. È una delibera che indica me, o un mio delegato, nella sede legittima di Acquedotto Pugliese, a compiere quelle modifiche statutarie che sono obbligatorie per noi, così come ha segnalato la Corte dei Conti sulla base dei pronunciamenti della Corte Costituzionale”.
 
Con tale delibera, ha proseguito Vendola: “ribadiamo in via politica la nostra intenzione di difendere con le unghie e con i denti il carattere pubblico della proprietà e non solo la gestione di AQP. Abbiamo avviato a compimento una revisione tariffaria che porterà, non soltanto alla dotazione delle utenze delle fasce sociali più deboli di un’attribuzione gratuita di 50 litri d’acqua al giorno, ma ci adegueremo anche alle decisioni dell’Autorità per l’Energia. In tal modo, possiamo immaginare che entro l’anno vedremo effettivamente diminuite le tariffe per la parte più debole della popolazione. Inoltre, vi sarà anche una restituzione relativamente all’annualità 2012; questa decisione avrà pertanto un valore retroattivo”.
 
 
Tempo stimato di lettura 2"

Attibuzione - Non commerciale

   

 

Parole chiave: Nichi Vendola, Giunte Regionale, lavoro nero, Acquedotto Pugliese, Leo Caroli, delibera

 






 

Non sono presenti commenti

 

 

 

 

martedì 22 agosto 2017

Annunci CON IL SUD..CAMBIARE IL FUTURO
La Fondazione CON IL SUD e il X Forum del libro Passaparola
Spazio promozionale
Annunci ”La città ideale tra luoghi e non luoghi”
Concorso Fotografia e Arti grafiche @Monopoli
Spazio promozionale
Offerte viaggi Offerte pacchetti turistici in Puglia
Scopri le offerte "tutto compreso" per le tue vacanze in Puglia proposte dalle strutture che aderiscono a Gopuglia.
Spazio promozionale
Powered by Gosystem