Prima Pagina Cronaca| Attualita| Politica| Magazine| Appuntamenti| Storie| Mediagallery| Annunci|
Cultura
lunedì, 14 ottobre 2013 ore 15:58
Autismo infantile ma non solo nell’opera prima di Giuseppe Bonito “Pulce non c’e”

La pellicola ha già ricevuto diversi riconoscimenti tra cui la nomination ai Nastri d’Argento 2013.

Una scena del film Giuseppe Bonito

Sarà proiettato domani, martedì 15 ottobre alle 21 al Cineporto di Bari, nel secondo appuntamento di “Cinethica – Energia diversamente rinnovabile”, rassegna a ingresso libero dedicata ai temi della disabilità, il film di Giuseppe Bonito “Pulce non c’e”. Alla proiezione seguirà l’incontro con il regista e il produttore Marco Donati.

 “La prima cosa speciale a proposito di Pulce è che lei non parla, ma questo non significa che non abbia niente da dire”. Il linguaggio delle immagini è forse quello più efficace per decodificare un altro linguaggio, quello che nasce all’interno delle singole famiglie, universale e allo stesso tempo contratto tra le mura domestiche.

Attraverso un insolito punto di vista, quello di una ragazzina di tredici anni, Giovanna (Francesca Di Benedetto), si viene introdotti nel mondo non solo di Pulce, la sorellina autistica (interpretata da Ludovica Falda), ma in quello più complesso, macchinoso e asettico di una burocrazia servile. Un giorno, infatti, Giovanna è sottratta alla famiglia per “provvedimenti superiori”. Il motivo sembra nascondere un’atroce accusa. Il cast si completa con Pippo Delbono, Marina Massironi e Piera Degli Esposti. Contributo alla colonna sonora di Niccolò Fabi e i Mokadelic con il brano appositamente composto “Il silenzio”.

Tratto dall’omonimo romanzo autobiografico di Gaia Rayneri (Einaudi Editore) che ha partecipato alla stesura della sceneggiatura, il film – presentato nell’ultima edizione del Bif&st – torna a Bari accompagnato dal regista Giuseppe Bonito e dal produttore Marco Donati nel secondo appuntamento di “Cinethica– Energia Diversamente Rinnovabile”, promossa dall’associazione Cinethic con il sostegno di Apulia Film Commission (iniziativa cofinanziata dal PO FESR Puglia 2007-2013). Seguirà il dibattito con gli ospiti moderato dal giornalista e critico cinematografico Giancarlo Visitilli.

L’opera prima di Bonito è stata finora accolta in festival e rassegne prestigiose tra cui “Bimbi belli” di Nanni Moretti. A Cesena ha ricevuto il premio Monty Banks 2013 riservato alle opere prime più significative dell’ultima stagione cinematografica mentre al Festival Internazionale del Film di Roma 2012 nella sezione per ragazzi “Alice nella città” si è aggiudicato il Premio speciale della Giuria. Tra gli encomi ricevuti Oltreoceano anche il recente premio al Seoul International Youth Film Festival nella Corea del Sud.

 

Tempo stimato di lettura: 1'
 

Attibuzione - Non commerciale

   

 

Parole chiave: cinethica, cineporto, bari, autismo infantile, giuseppe bonito, cinema,

 






 

Non sono presenti commenti

 

 

 

 

mercoledì 26 settembre 2018

Annunci ”La città ideale tra luoghi e non luoghi”
Concorso Fotografia e Arti grafiche @Monopoli
Spazio promozionale
Offerte viaggi Offerte pacchetti turistici in Puglia
Scopri le offerte "tutto compreso" per le tue vacanze in Puglia proposte dalle strutture che aderiscono a Gopuglia.
Spazio promozionale
Powered by Gosystem