Prima Pagina Cronaca| Attualita| Politica| Magazine| Appuntamenti| Storie| Mediagallery| Annunci|
Innovazione e tecnologie
giovedì, 11 aprile 2013 ore 10:21
Addio password. Presto “basterà” leggere nel pensiero

Grazie al sistema biometrico, in America si sperimentano forme di autenticazione alternative.

Niente più codici alfanumerici. Le nuove password vanno pensate
di Claudia Turchiarulo

Il progresso nel campo della tecnologia ha ormai raggiunto livelli impensabili fino a qualche anno fa. E se, adesso, si riuscisse addirittura a leggere nel pensiero degli utenti? Non è solo un’utopia.
 
Un gruppo di ricercatori della “UC Berkley School of Information” ha sperimentato un dispositivo in grado, appunto, di carpire una determinata parola senza che questa debba essere pronunciata.
Nello specifico si tratta di un particolare casco che utilizza un funzionamento analogo a quello dell’elettroencefalogramma, connesso ad un computer tramite bluetooth.
Dai test in corso è risultato che il dispositivo è in grado di riconoscere la password pensata dai vari utenti con un margine di errore addirittura inferiore all’1%.
 
Insomma, è proprio il caso di dire che presto potrebbe diventare opportuno pesare i pensieri oltre che le parole.
Quanto alla sicurezza dei nuovi metodi di identificazione, invece, sicuramente il livello è molto alto. Gli hacker di mezzo mondo, quindi, potrebbero avere le ore contate. Chissà quale strategia inventeranno per “copiare i pensieri” degli utenti.
 
Tempo stimato di lettura: 50''

Atttribuzione

   

 

Parole chiave: password, biometrico, pensiero, casco, UC Berkley School of Information, hacker

 






 

Non sono presenti commenti

 

 

 

 

mercoledì 19 dicembre 2018

Offerte viaggi Offerte pacchetti turistici in Puglia
Scopri le offerte "tutto compreso" per le tue vacanze in Puglia proposte dalle strutture che aderiscono a Gopuglia.
Spazio promozionale
Powered by Gosystem